Faber Finance Srl

Homo faber ipsius fortunae…

 

Faber Finance Srl è una holding di tre società secondarie con gestione autonoma, che promuovono servizi ed attività distinte in diversi settori merceologici. La sua “mission” come certificato dal suo oggetto sociale è la natura prevalente come società di partecipazioni.

Location


Il gruppo imprenditoriale ha selezionato la Repubblica di San Marino a seguito della importante svolta del sistema paese avvenuto fra il 2014 e il 2015.

La Repubblica di San Marino è inclusa, con effetto dal 9 gennaio 2015, nell’elenco degli Stati, istituito con il Decreto italiano del 4 settembre 1996, con i quali risulta attuabile lo scambio di informazioni, ai sensi delle Convenzioni internazionali per evitare la doppia imposizione sul reddito in vigore con la Repubblica italiana (c.d. white list). Il Decreto, adottato dal Ministro per l’Economia e le Finanze Padoan il 29 dicembre 2014, fa seguito al provvedimento del 12 febbraio 2014 con il quale San Marino è stato espunto dalla “black list” degli Stati e Territori aventi un regime fiscale privilegiato istituito con decreto del 4 maggio 1999.” – (fonte: Banca Centrale di San Marino)

A questa importante motivazione si è aggiunta una vasta gamma di caratteristiche di efficienza che senz’altro premiano la Repubblica di San Marino e che hanno convinto il nostro Team ad intraprendere in questo territorio una nuova iniziativa imprenditoriale.

Sistema Paese


Troviamo nella Repubblica di San Marino un ambiente particolarmente favorevole all’iniziativa imprenditoriale, caratterizzato da un rapido processo decisionale; un’importante e proficua collaborazione fra l’iniziativa privata e gli organi di governo consentono un confronto veloce e costruttivo fra l’imprenditore e le istituzioni sammarinesi.

Ottima integrazione a livello internazionale, San Marino infatti vanta importanti accordi bilaterali e multilaterali con un efficiente corpo diplomatico e consolare. Tali peculiarità permettono al paese di vivere a stretto contatto con la comunità internazionale, facilitando notevoli opportunità di business.

Infine, come evidenziato in premessa, il forte impegno alla trasparenza che ha caratterizzato l’azione di governo della Repubblica di San Marino a far corso dal 2014. L’adeguamento ai più alti standard internazionali in materia di antiriciclaggio ha portato il Paese ad avere efficienti accordi in ambito fiscale che sono alimentati dallo scambio automatico d’informazioni fra le pubbliche amministrazioni con i paesi aderenti. Attualmente sono in vigore 23 accordi contro le doppie imposizioni fiscali (DTA), 30 accordi sullo scambio di informazioni in materia fiscale (TIEA), 8 accordi per la promozione e la protezione degli investimenti (PPI).

Import / Export


Gli scambi commerciali tra l’Unione Europea e la Repubblica di San Marino avvengono in esenzione da tutti i dazi doganali, comprese le tasse di effetto equivalente, in virtù dell’Accordo di Cooperazione e Unione Doganale entrato in vigore nel 2002.

Commercio con paesi UE

Le spedizioni da e verso l’Italia viaggiano libere e senza particolari procedure doganali. Italia e San Marino utilizzano lo stesso sistema postale e di corrieri. Le merci acquistate da operatori sammarinesi nei Paesi UE diversi dall’Italia devono giungere scortate dai documenti doganali di transito comunitario T2 o T2L ed essere presentate immediatamente presso gli spedizionieri autorizzati per l’espletamento delle formalità doganali di importazione. Le merci destinate alle esportazioni verso paesi UE diversi dall’Italia devono essere presentate presso gli spedizionieri autorizzati per l’espletamento delle formalità doganali di uscita.

Commercio con paesi extra UE

Le merci acquistate da operatori sammarinesi nei Paesi extra UE devono espletare le formalità doganali presso le dogane italiane abilitate per la Repubblica di San Marino. Le merci fisicamente presenti a San Marino e destinate all’esportazione verso i paesi non facenti parte dell’UE devono essere presentate presso gli spedizionieri autorizzati per l’espletamento delle formalità doganali in uscita. La merce esportata da San Marino, una volta raggiunta la dogana italiana di destinazione, deve essere esibita alle autorità doganali competenti ai fini della regolarizzazione. Gli importi dei dazi sono gli stessi stabiliti per i Paesi UE.

Agenzia al tuo servizio


Agenzia per lo Sviluppo Economico – La Camera di Commercio di San Marino rilascia alle imprese sammarinesi il Certificato di Origine non preferenziale, un documento che accompagna i prodotti da esportare all’estero e che attesta l’origine della merce, cioè il luogo in cui la merce ha subito l’ultima lavorazione o trasformazione sostanziale. Inoltre l’Agenzia appone il visto di deposito, il visto di conformità della firma e l’autenticazione della firma su documenti per l’esportazione. Il controllo fisico delle merci, ove necessario, viene effettuato dall’Ufficio Tributario o dalle Guardie di Rocca insieme allo spedizioniere autorizzato.

Imprese ad alto contenuto tecnologico


San Marino garantisce un contesto normativo e operativo favorevole a ecosistemi di innovazione. San Marino Innovation offre un programma startup e funge da incubatore per supportare le imprese ad alto contenuto tecnologico.

Vantaggi:

  • Agevolazione fiscale per un periodo complessivo di 12 anni;
  • Riduzione del capitale sociale (da 1€ a 20.000€);
  • Esonero pagamento tassa di licenza per SAT I (Startup) e SAT II (Early Growth);
  • Possibilità per imprese estere di creare spin-off a San Marino;
  • Residenza per amministratori e familiari e permessi di soggiorno per tutti i dipendenti;
  • Liberalizzazione dei rapporti di co.co.pro. e di lavoro occasionale e accessorio;
  • Possibilità di remunerare i propri collaboratori e dipendenti con strumenti di partecipazione al capitale sociale;
  • Esenzione delle plusvalenze derivanti da cessione di partecipazioni;
  • Possibilità di creare consorzi specializzati nella ricerca tecnologica;
  • Incentivi fiscali per investimenti effettuati da persone giuridiche e fisiche;
  • Possibilità di costituire incubatori, acceleratori e parchi scientifici e tecnologici certificati;
  • Possibilità di ottenere lo status di “partner certificato“.

(fonte agency.sm)

Compagine societaria


La compagine societaria di Faber Finance Srl è la seguente:

Governance

Consiglio di Amministrazione


Faber Finance Srl Giovanni Bertoni

Giovanni Bertoni

Presidente CdA


Faber Finance Srl Jean Paul Giannini

Jean Paul Giannini

Amministratore Delegato


Faber Finance Srl Roberto Bresolin

Roberto Bresolin

Consigliere


 

Note professionali


Giovanni Bertoni

  • Laurea in Giurisprudenza all’Università di Bologna, anno accademico 1987;
  • Inizio attività in ambito finanziario quale intermediario sulla borsa valori di Milano, anni 1989, 1990 e 1991;
  • Intermediazione presso Agenti di Cambio in Bologna e Milano, anni 1992 e 1993;
  • Direzione uffici di intermediazione valori per Lombardoveneto S.I.M. Bologna, Parin S.I.M. Milano, Emiliano Romagnola S.I.M., anni 1994, 1995 e 1996;
  • Consulente Finanziario e responsabile ufficio intermediazione titoli e promozione finanziaria per Cassa di Risparmio di Ravenna, dal 1996 al 2019;
  • Amministratore di Capital Multiservice Srl, società di consulenza aziendale e servizi correlati nonché “trust company service”;
  • Cofondatore e amministratore del gruppo Faber Finance;
  • Dal luglio 2020 libero professionista come “Business Intermediary”, con sede e residenza nella Repubblica di San Marino.

Jean Paul Giannini

  • Laurea in Economia all’Università di Trieste, anno accademico 2004;
  • Inizio attività nel 1990 in ambito finanziario, fiduciario, asset management, presso il più importante Gruppo Finanziario nella Repubblica di San Marino, con partecipazioni e relazioni con controparti estere di primaria importanza (B.S.I Svizzera, Morgan Stanley Londra, S.E.B. Lussemburgo, Unicredit Francoforte, Gruppo BNP Paribas, MPS, Intesa SanPaolo, BMG Monaco, Vontobel, ed altre…);
  • Dal 2010 al 2012 Advisor per la “Tax & Advise Ltd” di Londra, gruppo di consulenti specializzati del diritto societario inglese nonché fiscalità internazionale;
  • Dal 2012 ad oggi, consulente di diverse Banche nella Repubblica di San Marino (principalmente Asset Banca, Banca CIS, Cassa di Risparmio, ed altre…);
  • Dal 2010 ad oggi, partner ed advisor del Gruppo CFE Finance, leader europeo specializzato nel “Trade Finance”, in particolare con la CFE (Suisse) SA, leader in Italia e Spagna nella cartolarizzazione (in particolare di crediti sanitari), tramite le partecipate CFE (UK) Ltd, ESC (UK) Ltd e ESC Italia Srl, Asset Management tramite la CFE S.A.M. (Principato di Monaco), e nel settore dei servizi finanziari, consulenza societaria, nonché di prodotti finanziari tramite la holding del gruppo CFE (Lux) SA. Le suddette strutture sono autorizzate e vigilate nelle rispettive giurisdizioni dalle preposte Autorità di Vigilanza
  • Dal 2014 ad oggi, advisor del gruppo bancario internazionale EFG Bank International, gruppo bancario leader in Svizzera e presente in tutto il mondo, specializzato principalmente nel Private Banking ma, grazie soprattutto alle ultime acquisizioni bancarie (si citano come esempio Gruppo B.S.I – Svizzera e UBI Banca International), ha implementato l’offerta di servizi e prodotti, oltre che conquistare nuovi mercati internazionali;
  • Dal 2012 ad oggi, sia per conto del Gruppo CFE, sia per il Gruppo EFG, gestore di “Family Office”;
  • Dal 2014 ad oggi, libero professionista ed imprenditore in diverse attività.

Roberto Bresolin

  • Dal 1999 addetto presso Prima Fortune SA, fiduciaria in Lugano (Svizzera);
  • Dal 2001 dipendente UBS Bank presso la sede di Lugano con mansioni e rapporti diretti con clientela primaria;
  • Dal 2004 assume ruoli in ambito sportivo seguendo potenziali giocatori professionisti del circuito ATP di tennis;
  • Dal 2018 accetta un prestigioso incarico presso la federazione nazionale di Swiss Tennis come responsabile interregionale, con competenze estese al Ticino e alla Svizzera romanda, mettendo al servizio della federazione la sua lunga esperienza come coach della Swiss Tennis Academy con diploma A, e valorizzando i suoi molteplici rapporti di contatti internazionali con allenatori e giocatori professionisti dell’ATP Tour;
  • Segue l’iniziativa imprenditoriale Faber Finance come cofondatore, contribuendo sul piano commerciale e con la promozione di relazioni e conoscenze in vari ambiti.

Famiglia Ricci Bitti

La famiglia Ricci Bitti rappresentata dai fratelli Davide, Bruno e Monica è attiva nel settore del gaming fin dal lontano 1956. A questa data infatti risale la prima camera di commercio della Ricci Bitti giochi, fondata dal padre Ricci Bitti Oriano, che ha sempre operato nel settore assecondandone mode e utilità commerciali, operando all’interno di un contesto in continuo sviluppo.

Nel volgere di un mezzo secolo di storia il processo evolutivo è stato sempre seguito anche in termini normativi: questo ha consentito prima al fondatore Ricci Bitti Oriano (venuto a mancare nel settembre 2001), poi agli eredi diretti Davide, Bruno e Monica, di organizzare l’attività creando delle apposite società per lo sviluppo e la commercializzazione di ogni singolo segmento di business con a capo RB Holding Srl.

Dal 2013 con la società Netwin Italia Spa sono titolari di una concessione di stato per il gioco lecito per la raccolta fisica con apparecchi da intrattenimento. Gli interessi imprenditoriali della famiglia Ricci Bitti sono molteplici anche in campo immobiliare e tecnologico.

Il 21 Ottobre 2019 il gruppo, attraverso la controllata WinBet Italia, si è inoltre definitivamente aggiudicato una concessione per il gioco a distanza.

I commenti sono chiusi